Carmen Consoli a Rigenera Smart City – “La musica può dare messaggi importanti”

295
Nulla potrà fermare la seconda giornata del Festival delle Periferie Rigenera Smart City! Dopo il successo di ieri con l’esibizione musicale de La Municipàl, stasera calcherà il palco un’artista di fama internazionale, Carmen Consoli, che continua il suo tour a Palo del Colle. Per l’occasione abbiamo raccolto alcune dichiarazioni della cantante: “suonare in un festival come Rigenera è molto importante. È importante che la musica dia anche dei messaggi importanti”.
La cantante racconta del suo tour ancora in corso e del suo rapporto con la musica: “sto girando l’Italia con le mie due anime, acustica e rock. Mi piace sfuggire ai cliché, rifiuto e non appartengo a nessuna categoria, è l’unico modo per non sentirmi ferma. La mia passione per la composizione è antica: per anni ho coltivato studi classici, l’armonia, la scrittura. L’idea di tante persone che suonano insieme, con la stessa intenzione, come fossero uno, mi ha sempre emozionata moltissimo e non importa si tratti di bande di paese, di orchestre jazz o big band. In questo tour riproporrò alcuni dei miei brani storici più amati, da “Confusa e felice” a “L’ultimo bacio”, pescando anche dagli ultimi lavori “L’abitudine di tornare” e “Eco di sirene”. Fa effetto pensare di fare questo mestiere da più di 25 anni, sono felice dei risultati ma soprattutto perché la mia visione della vita si è fusa con con questa dimensione di sogno, e al contempo di studio, che è per me la musica.
 
La musica mi diverte e mi divertiva, mi appassiona e mi appassionava. Per me è libertà e libertà d’espressione: è sempre stata questo e continua ad esserlo. Comporre, cantare è una passione irrefrenabile.”
 
La passione per la musica l’ha catturata sin da quando era bambina; nella sua dichiarazione continua facendo trapelare le sue emozioni mentre è davanti al suo pubblico, che è lì fermo ad ascoltarla e ad applaudirla.
“Sento indispensabile avere un contatto reale con il mio pubblico. Spesso ci parlo e ascolto storie in cui mi riconosco. Portare la propria musica fuori da casa e trovare qualcuno che la celebra assieme a te è una cosa straordinaria. Per questo tour ho scelto solo posti bellissimi e speciali perché sono convinta che la bellezza sia una grandissima fonte di ispirazione. Ma per bellezza non intendo solo quella materiale”.
Un ritorno, quello in Puglia, emozionante e ricco di cultura e ricordi: “Torno in Puglia sempre con grande piacere, è una terra che sento vicina. Coltivo un ricordo meraviglioso del periodo in cui sono stata qui per La Notte della Taranta”.
“È importante che manifestazioni come il Festival delle Periferie siano sostenute. La cultura può anche essere una risorsa economica molto importante ed è un modo per riconoscersi e ritrovarsi attraverso le radici”.