La Dynamyk conquista l’argento ai campionati nazionali di mezza maratona master

299

Si ricomincia… e alla grande con la sezione atletica della Dynamyk! Domenica 13 ottobre a Trani si sono svolti i campionati italiani di mezza maratona individuali e master. La Dynamyk era presente con un ricco gruppo di runners. Ancora una volta gli atleti gialloneri hanno dimostrato di essere una delle squadre più compatte e forti d’Italia.

Un gruppo unito e ben allenato che ha iniziato il suo percorso agonistico solamente nel 2014, partendo sostanzialmente da zero. Ed ecco arrivare il secondo posto nazionale, dietro solo allo squadrone di Paratico.

Tutto ciò è stato possibile grazie all’unione delle singole performance dei runners in gara. In particolare: il sesto posto di mister Vincenzo Trentadue ed il settimo di Antonio Redi. Domenico Tedone raggiunge la posizione più alta di tutta la squadra, tendendo testa con un quinto posizionamento. Gennaro Bonvino e Francesco Caliandro arrivano rispettivamente sesto ed ottavo. Tenacia e tecnica si sono fuse nella performance sportiva di Arcangelo Pazienza che conquista un decimo posto; poco dopo (all’undicesima posizione) ecco tagliare il traguardo per Vincenzo Somma e Matteo Triggiani. Dodicesimo posto per Nicola Lapedota e quattordicesimo per Giuseppe Mele. Tra i due si posiziona Riccardo Spione, con un tredicesimo posto. Combattenti fino all’ultimo chilometro: Michele Petraglia (quindicesimo) Matteo Pio Notarangelo (diciassettesimo). Sebastiano De Nicolò e Todisco Stefano conquistano entrambi il  ventiquattresimo posizionamento della loro categoria di riferimento. A seguire Vincenzo Petrelli con un venticinquesimo posto.

Importanti anche i piazzamenti portati a casa da Fabio Sabato, Nicola Bellomo, Domenico Gisonda, Sergio Palumbo, Luigi Saccente, Franco Tursellino, Grazia Cutrone, Michele Savino, Giuseppe Armenise, Antonio Lanzisera, Pasquale Terlizzese, Antonio Vacca, Francesco Ardito, Giacomo Carbonara e Giovanni Lella.

Una menzione d’onore spetta all’instancabile Andrea De Toma che, ancora una volta, stupisce tutti con la sua tenacia: l’argento nazionale è anche suo, grazie al suo ottimo posizionamento nella categoria SM85… un record senza età!