L’ex macello Siciliani in fiamme. Ma cosa si nascondeva in quella vecchia struttura? Sbuca un video testimonianza

11404

L’ex stabilimento Siciliani Carni, immensa struttura da anni abbandonata a se stessa, alle porte di Palo, è andato in fiamme per cause ancora sconosciute. L’allarme pare sia stato dato da un passante e ci è voluto l’intervento degli elicotteri dei Vigili del Fuoco , Polizia Municipale e Carabinieri per domare l’incendio.

Ma cosa c’era dietro quelle possenti mura di cinta in via Ciavriello, proprio a poche centinaia di metri dal paese e adiacente al nuovo asilo nido comunale? A svelarcelo un video anonimo fatto recapitare alle redazioni di PalodelColle.Net e Il Quotdiano Italiano edizione di Bari.

 Le immagini parlano chiaro, nessun dubbio, nessun equivoco: per anni l’ex stabilimento Siciliani, leader della macellazione carni, è stato un immenso contenitore di cisterne arrugginite, ferro, detriti, pozzi scoperti, pelli, scheletri di animali, vetri, travi, strutture fatiscenti. Un posto mai messo in sicurezza nemmeno nei cinque anni di assessorato della Grieco, moglie di Siciliani. Un’attrazione per bambini, un  grande e pericolosissimo parco giochi per i più curiosi. 

Perchè l’area non è mai stata bonificata? Chi avrebbe dovuto provvedere a farlo?  Ci è voluto un incendio per risolvere una situazione pericolosa e che avrebbe comportato costi importanti per la giusta messa in sicurezza? Qual è stata l’origine del rogo?

Intanto, dell’ex macello sulla via Ciavriello ai palesi rimarrà il ricordo dell’odore nauseabondo quando era in funzione e quello acre di bruciato ora che tutto è andato distrutto.