“Mancano i fondi. Dal 1 luglio l’asilo è chiuso”. Rivolta dei genitori del nido “Cuore di mamma”

1146

La fine dell’anno scolastico non si conclude nel migliore dei modi. Il contratto stipulato dai genitori, in fase di iscrizione presso l’asilo nido Cuore di mamma di Palo del Colle, prevedeva la regolare apertura della struttura da settembre a giugno; tuttavia è stato lasciato intendere a quasi 60 genitori che l’apertura del nido si sarebbe prolungata fino a luglio, come avvenuto l’anno scorso, grazie ai fondi residuali provenienti dall’ambito sociale di Bitonto.

Il 27 giugno arriva una comunicazione a tutti i genitori:
Cari genitori, in via preventiva vi informo che il servizio di asilo nido a far data dal 1 luglio potrebbe non essere funzionante in quanto dall’ambito sociale di Bitonto devono confermarci se vi sono le risorse finanziarie per coprire le rette dei vostri bambini. Una risposta più attendibile potremmo averla solo venerdì mattina. Ci scusiamo per il disagio, non imputabile alla nostra organizzazione, e vi informeremo tempestivamente“.

E successivamente la doccia gelata, firmata dalla direttrice della struttura:
Carissimi gentori, dopo aver parlato stamattina con i responsabili dell’ambito sociale di Bitonto per cercare di evitare l’interruzione del servizio dell’asilo nido comunale di Palo del Colle per il mese di luglio, a causa della mancanza di risorse finanziarie putroppo con vero rammarico e non senza dolermene vi comunico che da lunedì il servizio sarà interrotto. L’ambito potrà verificare nelle prossime settimane se vi saranno delle risorse residuali, soltanto dopo che tutte le strutture dei comuni di Bitonto e Palo del Colle avranno fatturato anche il mese di giugno corrente. L’ambito in tale situazione di incertezza, dovendo essere autorizzato dall’autorità di gestione all’utilizzo delle risorse finanziarie eventualmente residuali dopo apposita rimodulazione e ripartizione tra le varie strutture, non può garantire al momento la copertura finanziaria necessaria alla gestione del servizio per il mese di luglio. Vi prometto però che laddove riuscissimo ad avere informazioni più rassicurati e positive nei prossimi giorni, con l’impegno di tutti gli enti, vi contatterò il prima possibile per un rientro all’asilo nido. Nel frattempo mi vedo costretta a congedarmi con voi, a scusarmi per il disagio involontario e voglio ringraziarvi per la fiducia che ci avete dimostrato e la collaborazione fattiva con la nostra organizzazione nel percorso educativo che in questi mesi ha accompagnato la crescita del vostro bambino/a“.

In poche parole mancano i fondi e forse ce ne saranno quando tutte le strutture comunali di Bitonto e Palo avranno fatturato il mese corrente: nel frattempo i genitori sono in rivolta e il tempo passa.

Non siamo qui a discutere solo del disservizio causato dalla chiusura dell’asilo“, commenta una mamma che ha contattato la redazione di PalodelColle.NET per denunciare l’accaduto “ma siamo profondamente in dissenso a causa del preavviso quasi inesistente per un cambiamento così importante (dato che siamo praticamente già a luglio e nessun nido accetterebbe i nostri figli). Molte mamme sono lavoratrici e non possono chiedere adesso dei giorni di ferie“.

Apprezziamo il lavoro della direttrice nell’essere andata personalmente a Bitonto e aver chiesto spiegazioni ma alla fine dei conti noi ci ritroviamo senza una reale alternativa. Avevamo fatto tutti affidamento sull’apertura a luglio, e l’ovvietà di questo supporto è dimostrata anche dalle scuse della dirigente“.