Palo: dalla Madonna del Carmine restaurata si scopre un messaggio “dimenticato”

1228

A ritmo incessante continuano le restaurazioni delle icone votive del centro storico di Palo del Colle: un lavoro minuzioso e certosino, in favore della valorizzazione di vere e proprie opere d’arte religiosa che, con il tempo, hanno subito le intemperie e l’incuria. Venerdì 21 febbraio verrà simbolicamente restituita alla cittadinanza la quinta icona: si tratta della Madonna del Carmine, sita in via Umberto, primo arco del Carmine.

L’edicola votiva era così logora da non riuscire a distinguere il disegno presente nella parte inferiore; ora grazie al delicato lavoro ristrutturazione, possiamo scorgere tre figure che rivolgono lo sguardo alla Madonna: presumibilmente si potrebbe trattare di alcune anime del Purgatorio, dal momento che tale figura sacra ne è protettrice.

Il restauro è stato possibile grazie alla raccolta fondi del Lions club Palo del Colle – Auricarro, che da qualche anno ha proprio come obiettivo la cura e il ripristino del nostro patrimonio artistico; nello specifico le icone votive poste “sotto gli archi”, realizzate tra la fine del 1700 e l’inizio del 1800.

La cerimonia ufficiale di “riconsegna” dell’icona votiva restaurata avverrà alla presenza del club Lions Palo del Colle-Auricarro, le autorità religiose e quelle politiche.