Una corsa lunga 28 km senza bere: i runners palesi accettano la sfida

844

Ventotto chilometri da percorrere di corsa tra le bellezze della riserva naturale dell’alta Murgia. Manuel Dentico, Antonio Zaccheo e Angelo Gasparro prenderanno parte al temutissimo Trail delle cinque querce nel bosco di Gravina, giunto alla sua settima edizione. Un percorso con 1000 metri di dislivello positivo da percorrere in autosufficienza: ciò significa che non sono presenti punti di rifornimento sul percorso. Ai runners dell’associazione sportiva Fiamma Olimpia Palo non sarà permesso neanche l’utilizzo di bottigliette d’acqua personali: è questo il severissimo regolamento di gara, messo in atto per tutelare la flora e la fauna dell’alta Murgia. La competizione, in programma per domenica 20 maggio, sarà preceduta da una marcia silenziosa per sensibilizzare i partecipanti sul tema della violenza contro le donne.

Puntano a replicare i successi della settimana precedente Michela Tetro e Marianna Colasanto, duo vincente formato da allenatrice e allieva. Michela ha portato a casa un quarto posizionamento di categoria SF40 e seconda nella classifica generale del Puglia Trail. Ottima anche la prova di Marianna, al suo primo trail sulla distanza dei 15km (con un decimo posto nella sua categoria SF35).

La prossima tappa per gli atleti Michela Tetro, Marianna Colasanto e Gianluca Nicolardi sarà una corsa di beneficenza organizzata a Grumo. Un circuito non competitivo lungo 5 chilometri in ricordo di Vito Sabino.