Giornata internazionale delle persone con disabilità: Palo del Colle c’è

1040

 

Sabato 3 dicembre tutti invitati presso Rigenera per l’evento ‘Stesso cuore in diversa abilità’

L’Adda (Associazione per i diritti dei disabili e anziani) sezione Palo del Colle invita la cittadinanza tutta alla sesta edizione di questo evento che ha come tema la ‘musica contro ogni barriera’
Inizio ore 17.30 con l’intervento delle associazioni che operano attivamente sul territorio: il Lions Club sezione Palo del Colle – Auricarro, l’Onlus Uci (Unione italiana ciechi), i responsabili del servizio di croce azzurra, il responsabile del laboratorio urbano Rigenera Nicola Vero, l’Univoc (Unione nazionale italiana volontari pro ciechi), il centro diurno polivalente per anziani L’età dolce e casa Cedis Onlus (centro Diocesano integrazione sociale) – arcidiocesi di Bari-Bitonto.

Come afferma Domenico Pace, presidente dell’Adda: “Sarà una giornata dedicata all’inclusione di cittadini con disabilità. Una giornata per incontrarsi e riflettere ma anche divertirsi tutti insieme senza alcuna barriera e pregiudizio, toccando con mano delle realtà che non siamo soliti vivere”.  Nel corso della giornata interverranno anche coloro che in prima persona vivono la disabilità tutti i giorni: da talenti nel coro e nel ballo, per passare a scrittori (dott. Antonio Giampietro), a pianisti (Lorenzo Mondelli) ed esperti in accessibilità nei musei (dott.ssa Valeria Bottalico).

Giornate come queste devono servire ad aprire le porte del mondo della disabilità alla cittadinanza che, purtroppo molto spesso ed inspiegabilmente, si tiene lontana da certe realtà. Parole d’ordine: riduzione della discriminazione.

La cronaca è piena di casi  di persone con disabilità emarginate o umiliate ai quali si aggiungono quotidiani gesti discriminatori: “solo per cinque minuti, il tempo di un caffè” si occupa indebitamente il parcheggio riservato a persone con disabilità, o si parcheggia la propria vettura ostruendo gli scivoli dei marciapiedi. Affrontare queste barriere è la vera lotta alla discriminazione quotidiana e la lista potrebbe continuare ancora per molto. Sono piccoli gesti che per una persona senza disabilità possono sembrare semplici prese di posizione: invece per una persona in carrozzina o che si muove con un bastone questi dettagli non rispettati, sono discriminazione.