A cinque anni dalla sua scomparsa, Palo del Colle ricorda il grande Vittorio Bari

5072

Sono passati cinque anni dalla scomparsa di Vittorio Bari, giovane cantante lirico palese; tra le sue esibizioni, ricordiamo il ruolo centrale di Dante Alighieri nella Divina Commedia. Scomparso a 38 anni, la fondazione che porta il suo nome vuole ricordarlo con un concerto a Palo del Colle. L’orchestra della città Metropolitana di Bari si esibirà in piazza Santa Croce mercoledì 26 luglio alle ore 21. L’evento è gratuito e aperto al pubblico.

Noi di palodelcolle.net abbiamo intervistato Mariateresa Bari, presidente della Fondazione, in merito alla serata commemorativa.

DOMANDA – Come è nata l’idea di questo concerto?
RISPOSTA – “Ogni anno il 26 luglio organizziamo un concerto per Vittorio che lo rappresenti il più possibile. Con la collaborazione del sindaco, abbiamo inoltrato una richiesta alla Provincia per far sì che l’orchestra sinfonica “Città Metropolitana di Bari” potesse esibirsi anche a Palo“.

DOMANDA – Come mai la scelta è ricaduta sull’orchestra sinfonica?
RISPOSTA – “Ho scelto il concerto sinfonico, insieme al direttore artistico Marco Renzi, perché lo ritengo molto rappresentativo di quello che è stato il percorso di Vittorio. L’orchestra si è già esibita a maggio al teatro Kismet ed abbiamo deciso di riproporre lo stesso programma per il grande successo riscosso“.

DOMANDA – Quali sono i progetti futuri della Fondazione?
RISPOSTA – “In questo momento i progetti attivi sono l’orchestra dei ragazzi “Musicaingioco” ed il “Coro di voci bianche”. Abbiamo in cantiere un progetto al quale stanno collaborando anche Alina Minerva e Franco Dellizotti: si tratta di un contenitore culturale a blocchi, che sia più consono possibile alle nostre esigenze. In questo momento sono in corso le trattative con l’amministrazione comunale per poter ottenere un terreno in concessione“.

Programma della serata: Puccini, Verdi e Rossini, direttore d’orchestra Vincenzo Perrone. Voci dei solisti Paola Leoci, Gianna Racamato, Leonardo Gramegna e Marcello Rosiello.