A Palo la Festa della Musica diventa una tre giorni di eventi. Il solstizio d’estate tra concerti e tradizione

725

La festa della Musica a Palo del Colle si trasforma in una tre giorni di eventi. Tradizionalmente è un evento che si tiene il 21 giugno di ogni anno per celebrare il solstizio d’estate in più di 120 nazioni in tutto il mondo. A Palo le danze si sono aperte sabato 19 in piazza Santa Croce e si chiuderanno stasera (21 giugno) al Laboratorio Urbano Rigenera.

“La Festa della Musica 2021 è il simbolo più forte della ripartenza intorno ai valori della cultura” aveva dichiarato qualche giorno fa il ministro della Cultura Dario Franceschini. Ed è così che l’assessora alla Cultura di Palo del Colle, Sabrina Piccininni, ha voluto inaugurare l’estate 2021, piena di incertezze ma tanta speranza. “La ripartenza tra la gente riparte dalla musica perché la musica è in grado di rallegrare e confortare – ha dichiarato la Piccininni – Indipendentemente dai generi musicali che si ascolta, la musica ci aiuta a creare una nostra identità, dal rock al pop, dall’opera lirica alla canzone popolare, ogni singolo genere unisce persone con le medesime caratteristiche. E quindi anche a Palo l’amministrazione comunale ha deciso di patrocinare l’evento che vede la Pro Loco promotore, con la collaborazione di diverse belle realtà musicali palesi quali Crazy Music lab, Apulia Music Art, Musica in Gioco Vittorio Bari, Associazione musicale Guaccero-Sangirardi, Il magico Suono dei Tamburi”.

Tra musica e tradizione si colloca la prima mostra, a cura della Pro Loco, dedicata alla banda del Paese e al suo celebre passato. Era il 1934 quando il Comune di Palo del Colle dava incarico al maestro Leonardo Carulli di costituire una banda musicale. Ben presto divenne famosa in tutta la Puglia per bellezza e passione. Una vera e propria fucina musicale che formava futuri musicisti. Poi arrivò la seconda guerra mondiale e il panorama cambiò ineluttabilmente ma non cambiò la voglia del maestro Carulli di fare musica, così rimise su un’orchestra fatta di muratori, calzolai, contadini e falegnami, tutti accomunati dalla stessa passione. E’ la storia della potenza della musica, della volontà di grandi maestri (a Leonardo susseguì il maestro Angelo Carulli) che hanno elevato per anni la banda a fiore all’occhiello della Puglia.

51343e0f-d76c-47bb-b22b-d164fb5f5511

Di seguito il programma

Sabato 19 giugno
Piazza Santa Croce – ore 19.00
– Mostra e Mercatino musicale a cura della Proloco
– TRA LE RIGHE Talk sull’importanza della scrittura creativa e dell’identità artistica nella musica contemporanea
– Performance Musicali

Laboratorio Urbano Rigenera – ore 21.00
– Concerto di fine anno della Scuola di Musica “Apulia Music Art” di Paolo Pace

Domenica 20 giugno
Piazza Santa Croce – ore 21.00
– Concerto dell’Orchestra di Fiati e Percussioni Guaccero Sangirardi

Lunedì 21 giugno
Piazza Santa Croce – ore 19.00
– Orchestre e Coro infantile “Musica in Gioco Vittorio Bari”

– Il magico suono dei tamburi
Esposizione di tamburi e batterie artigianali del
Maestro Rocco Pettinelli con l’esecuzione musicale di alcuni allievi di batteria e percussioni
del Maestro Franco Giancaspro

Laboratorio Urbano Rigenera – ore 21.30
– Open Act “Crazy Music Lab”
– Proiezione film musicale a sorpresa