Buoni lavoro Inps: come lavorare grazie ai voucher.

1162

L’amministrazione comunale prepara una graduatoria per il sostegno alle famiglie in situazione di disagio economico; tuttavia i tempi sono ristretti e le domande dovranno essere presentate entro il 30 dicembre 2016.

Come già successo in altri Comuni anche nel nostro paese la situazione di sofferenza che coinvolge fasce sempre più ampie della popolazione aumenta , per questo risulta urgente e indispensabile un intervento da parte degli enti locali.

La giunta comunale, partendo dalla considerazione che è compito dell’amministrazione “favorire le condizioni che rendono possibile l’inserimento lavorativo dei cittadini delle fasce più deboli”, ha approvato il 5 dicembre una deliberazione per l’acquisto di buoni lavoro emessi dall’Inps (denominati anche voucher). Il loro utilizzo permetterà lavori “di giardinaggio, pulizia straordinaria, manutenzioni di edifici, strade, pulizia di parchi e monumenti, per manifestazioni sportive, fieristiche, culturali o caritatevoli, per lavori di emergenza e solidarietà” nei limiti di spesa di 5 mila euro.

Il taglio di ogni singolo buono è di 10 euro lorde, pari ad una ora lavorativa, che al netto della contribuzione Inps e Inail diventano nette 7,5  euro.

Potranno partecipare alla graduatoria i maggiorenni, residenti a Palo che risultano disoccupati con o senza indennità, inoccupati senza indennità, persone in mobilità o cassa integrazione, pensionati e, per ultimi, i lavoratori autonomi.

L’ordine nella graduatoria, oltre a tenere conto della condizione lavorativa, ha altri requisiti preferenziali: la presenza di figli, il reddito, l’età, il valore Isee.

Sul portale del comune è possibile reperire la domanda che dovrà essere compilata insieme ai documenti da presentare, oppure occorre recarsi all’Ufficio Servizi Sociali.