Caso Cucchi: l’incontro cinematografico a Palo del Colle – errata corrige

1740

Il caso Cucchi è, tristemente, uno dei più noti tra quelli riguardanti i presunti abusi delle forze dell’ordine in carcere. Stefano Cucchi, geometra romano, morì il 22 ottobre 2009 a 31 anni, sei giorni dopo essere stato arrestato per detenzione di stupefacenti.

Nove anni fa più o meno a quest’ora iniziavi il tuo calvario che ti ha portato alla morte“, scrive oggi la sorella Ilaria che, inarrestabile, ha combattuto per tutti questi anni per infrangere il muro di silenzio e conoscere la verità. Dopo anni di processi, (oltre 40 udienze, perizie, maxi perizie e centinaia di testimoni), l’11 ottobre 2018 arriva la svolta: il pm Giovanni Musarò ha rivelato che, il 20 giugno 2018, l’agente Francesco Tedesco aveva presentato denuncia in Procura sul pestaggio di Stefano Cucchi. Nel corso dei tre interrogatori, il carabiniere ha accusato i suoi colleghi.

Palo del Colle decide di accogliere la tragica storia di Stefano, dedicandone un incontro cinematografico per domenica 4 novembre.

È sicuramente un inizio carico di significati quello della rassegna cinematografica “Cinema al buio”, targata Arci Capafresca e Rigenera. La terza edizione inizia infatti con la proiezione di “Sulla mia pelle”, il film che racconta l’ultima settimana di vita di Stefano, tra caserme, celle, ospedali e silenzi assordanti. L’evento è stato organizzato in collaborazione con l’associazione Stefano Cucchi-Onlus. Durante la serata, Irene Testa (giornalista, consulente parlamentare e autrice) dialogherà con i presenti, lasciando spazio a chiunque vorrà porle delle domande. Vista la recentissima svolta processuale e il grande interesse mediatico, Ilaria Cucchi (inizialmente ospite d’onore della serata) e tutta l’associazione, sono stati costretti a rivedere tutti i loro appuntamenti.

Inizio ore 20.30. Ingresso libero.