Anche Palo del Colle ha contribuito all’acquisto di tre porta flebo per il reparto di Oncoematologia Pediatrica di Bari

1007

Quando la comunità si riunisce attorno ad una buona causa, i risultati sono sempre sorprendenti: è il caso del porta flebo “Babalù” donato al reparto U.O.C. di oncoematologia pediatrica del Policlinico di Bari.

L’iniziativa dell’associazione “Portatori Sani di Sorrisi ODV” è stata da subito sposata e concretizzata dalla parrocchia Spirito Santo di Palo del Colle, con il contributo dell’azienda Gienne Reti, Vessia e oratorio “Aperto per ferie””, raccontano così i coordinatori della donazione che avverrà presso il reparto diretto dal dottor Nicola Santoro.

Abbiamo donato tre draghetti porta-flebo chiamati Babalù, realizzati in legno di betulla e verniciati con colori atossici. Sono dei dispositivi medici pensati per accompagnare i piccoli pazienti nel loro percorso di cura. Cavalcabili e colorati, i Babalù saranno nuovi compagni di giochi per i piccoli ricoverati che potranno così diventare provetti amazzoni e cavalieri invincibili che, a cavallo del drago, potranno sognare fantastiche avventure. I “Babalù” fanno parte del progetto più ampio denominato “Pediatrie in festa” che ha la finalità di colorare gli ospedali pediatrici d Italia, sdrammatizare e umanizzare le cure e rendere questi reparti a misura di bambini. L’associazione donerà ai piccoli pazienti anche coperte e berretti realizzati a mano in maglia dal “progetto cuore” e “senza frontiere per amare” per scaldare anche le giornate più fredde. Progetto in condiviso con la “federazione nazionale Rete dei sorrisi”.