Il sindaco di Palo del Colle si dimette

9753

Oggi, giovedì 5 luglio il sindaco di Palo del Colle ha presentato le sue dimissioni.  “Ho scoperto che l’unità (della maggioranza ndr) inizialmente mostrata, era solo apparente o si stava sfaldando; hanno cominciato ad emergere atteggiamenti che hanno minato alla base quell’azione politica che ci eravamo prefissi”, queste sono solo alcune delle motivazioni ufficiali contenute nella lunga lettera di dimissioni del primo cittadino Anna Zaccheo. Lo rende noto alla cittadinanza anche attraverso un lungo post facebook.

Le dichiarazioni di dimissioni si concludono con le scuse alla cittadinanza e “in particolare a coloro che hanno riposto le proprie speranze di rinnovamento e di sviluppo del paese in questa compagine ma, sebbene la politica sia anche mediazione, non sempre i compromessi sono accettabili

Cosa accadrà adesso? Ecco cosa dice la legge.
All’interno articolo 53 del testo unico degli enti locali, viene esplicitato che le dimissioni presentate dal sindaco diventano efficaci ed irrevocabili dopo 20 giorni dalla loro presentazione al consiglio comunale. Durante questo periodo il sindaco, la giunta e il consiglio hanno solo poteri di ordinaria amministrazione. Fino alle prossime elezioni le funzioni del sindaco sono svolte dal vicesindaco. Verrà quindi nominato un commissario da parte della Prefettura. La procedura di commissariato termina con le nuove elezioni amministrative.

++ Articolo in aggiornamento ++